The Venice Glass Week

Mostre, convegni, seminari, proiezioni, attività didattiche: The Venice Glass Week è il primo festival internazionale dedicato all'arte del vetro e che coinvolgerà tutte le maggiori istituzioni cittadine dal 10 al 17 settembre 2017.

OHMYBLUE vi parteciperà con la mostra personale di Federica Sala, "Nothing in Between". Il gruppo di lavori che verranno presentati (gioielli e oggetti) sono i risultati delle ricerche che Federica ha condotto negli ultimi anni su tre temi principali: vetro soffiato e pietre, vetro soffiato e metallo, vetro fuso con pietre. Ogni pezzo nasce dallo studio di prototipi che l’artista osserva con distacco scientifico e al contempo intima partecipazione, collocando il proprio lavoro in un movimento di incontro-scontro, nella fragilità tenace di una realtà da scoprire. Come si può riconfigurare la peculiare natura del vetro e farla sopravvivere? In che modo può produrre bellezza? Nothing in Between è una pratica quotidiana fatta di oggetti, ma anche di riti che ci aiutano a rendere tangible l’intangibile per arrivare a vedere quello spazio invisibile tra le cose che è ispirato, incantevole, armonioso. 

 Federica Sala, Equilibrio, vessel, photo: Federico Cavicchioli

Federica Sala, Equilibrio, vessel, photo: Federico Cavicchioli

 Federica Sala, Portrait n°1, brooch, photo: Federico Cavicchioli

Federica Sala, Portrait n°1, brooch, photo: Federico Cavicchioli

 Federica Sala, The time we forgot,   necklace,   photo: Federico Cavicchioli

Federica Sala, The time we forgot, necklace, photo: Federico Cavicchioli

 Federica Sala, Junk Diamonds, rings, photo: Federico Cavicchioli

Federica Sala, Junk Diamonds, rings, photo: Federico Cavicchioli

OHMYBLUE is pleased to present Nothing in Between, the first solo show by Federica Sala in the Venetian gallery space on the occasion of The Venice Glass Week.

The works presented (jewelry and objects) are the results of the research that Sala has conducted over the last few years on three main themes: blown glass and stones, blown glass and metal, molten glass with stones. Each piece originates from preparatory prototypes that the artist observes with scientific objectivity and at the same time intimate participation, placing her work in a encounter-clash movement, in the tenacious fragility of a reality to be discovered. How can one reconfigure the whimsical nature of glass and keep it alive? How can it generate beauty? Nothing in Between is a daily practice made of objects but also rites that help us make tangible the intangible to get to see the invisible space between things that is inspired, bewitching, shapely.

Chiaralice Rizzi